Pizza senza glutine • fatta in casa

Amici celiaci e intolleranti al glutine.. SALVATEVI QUESTA RICETTA 🍕

Non ve ne pentirete, giuro! Io sono ancora commossa da quanto mi sia venuta bene, vorrei farmene altre 20 😂 Però mi trattengo e inizio lasciandovi la ricetta.. così potete farla anche voi!

Ma come è nata? Io sono una persona MOLTO testarda.. veramente molto. Ho sempre voluto evitare i mix pronti di farine senza glutine per svariati motivi, tra cui il fatto che io voglio decidere quali farine usare nei miei piatti. Ma chi è celiaco sa! Sa quanto una farina senza glutine da sola si sfalda in mille modi possibili hahah se con i dolci si riesce ancora ancora a tirare fuori qualcosa di buono, con i lievitati è una lotta continua. Però non ho lasciato stare e FINALMENTE ecco qui. Una pizza come si deve senza glutine e solo con farine mono-ingrediente!

Pizza senza glutine • fatta in casa

Porzione

2

pizze
Calorie (per pizza con mozzarella di bufala)

882

kcal

Ingredienti

Preparazione

  • Sciogliete il lievito in un po’ d’acqua tiepida (NO calda e NO fredda)
  • In una ciotola aggiungete tutti gli ingredienti secchi (farina di riso, amido di mais, farina di teff , cuticole di psillio – il sale NO) e mischiateli bene. Ovviamente se avete una planetaria, usate quella
  • Aggiungete il lievito sciolto nell’acqua
  • Aggiungete metà dell’acqua ed iniziate ad impastare seguendo i movimenti: schiaccio con il palmo, piego e schiaccio nuovamente con il palmo (se avete dubbi sul mio profilo Instagram trovate i video – Highlights “Pizza” @ellypse)
  • Continuate ad aggiungere l’acqua e non spaventatevi se all’inizio, quando l’aggiungete, sembra essere troppo liquida. L’amido di mais, la farina di riso e le cuticole assorbono davvero tanta acqua
  • Aggiungete il sale e continuate ad impastare finché non ottenete un impasto spugnoso, ma compatto
  • Lasciatelo ripostare per 24h all’interno della ciotola sigillata con la pellicola a temperatura ambiente
    IMPORTANTE: assolutamente NO in frigorifero o al freddo, perchè ferma completamente la lievitazione (nel senza glutine) e l’impasto diventerebbe duro e difficile da stendere
  • Dopo 24h dividete l’impasto in due panetti e pirlateli. Lasciateli riposare ancora per due ore
    NB: se fate l’impasto per una pizza singola, saltate questo passaggio
  • Ora arriva il momento della stesura. Infarinate un po’ i panetti e stendeteli alternando i due lati. I movimenti che vanno fatti devono essere dal centro verso l’esterno: lasciate che l’aria si accumuli sui bordi, quindi non schiacciate anche quelli (Instagram Highlights “Pizza”)
  • Accendete il forno al massimo della temperatura
  • Scaldate una pentola piana sul fuoco (deve essere bollente) e posizionateci sopra l’impasto della pizza che avete appena steso. Perchè? Perchè genera lo shock termico necessario a dare aria all’impasto
    NB: questo passaggio saltatelo se avete la pietra refrattaria
  • Mentre la pizza è sulla pentola, spargete il pomodoro sulla parte centrale. Togliete dal fuoco quando sulla base si iniziano a formare delle macchie scure
  • Trasferite la pizza sulla teglia e infornate al massimo della temperatura per 20 minuti, seguendo queste indicazioni:
    • 10 minuti sul fondo del forno
    • 10 minuti nel centro del forno

    Quando spostate la pizza dal fondo al centro, condite con gli altri ingredienti: mozzarella, prosciutto, etc.
  • Sfornate e.. mangiate!

Note

  • Se cambiate le farine o le dosi delle farine, cambia anche la quantità di acqua! Quindi vi consiglio di aggiungerla piano piano fino a quando raggiunge la consistenza giusta

ESSENZIALE PER QUESTA RICETTTA

Cuticole di Psillio • Le trovate qui

Codice sconto 15% • ELLYPSE15

2 Responses

  1. Amanda Mattavelli ha detto:

    Ciao Elisa,
    Questo impasto mi incuriosisce molto e.vorrei provarlo.
    Però non amo la farina.di Teff. Con che cosa.potrei sostituirla?
    Grazie
    Amanda

    • elisa ha detto:

      Ciao Amanda,
      La farina di teff può essere sostituita con qualsiasi altra farina, oppure si può aumentare la farina di riso. L’unica attenzione che si deve avere, quando si cambia la farina, è controllare la quantità di acqua che si inserisce. Perchè ogni farina ha un grado di idratazione diverso (es: le farine di legumi, fecola, amido necessitano di molta acqua)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *